IL VICE PRESIDENTE DELLA REGIONE GIOVANNI LOLLI IN VISITA ALLA CARBOTECH DI MARTINSICURO

Martinsicuro, 17 giugno 2016. Nel primo pomeriggio, il vice presidente della Regione Abruzzo e Assessore regionale alle Attività Produttive Giovanni Lolli, visiterà lo stabilimento della Carbotech, azienda leader in Italia nella progettazione, produzione e commercializzazione di spazzole per motori elettrici. La visita avrà luogo dalle ore 14 in poi.

Presenti all’incontro, anche il sindaco di Martinsicuro Paolo Camaioni, il presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino, e alcuni imprenditori della zona.

La stampa è invitata a partecipare.

 «Siamo molto contenti- dichiara Dattoli- che il vice presidente Lolli visiti la produzione della Carbotech. E’ sempre stato disponibile verso gli imprenditori e di questo gliene siamo grati. Sentire la presenza concreta delle Istituzioni è molto importante per il mondo delle impresa».

 Con oltre 45 anni di esperienza nei settori automotive, home, automazione e ricambio, oggi la Carbotech, con sede a Martinsicuro (TE), è guidata dall’Ing. Lorenzo Dattoli, e annovera tra i suoi clienti aziende provenienti da tutto il mondo quali: Brose, Bosch, Prestolite, Bühler, Johnson Electric e molte altre. Due mesi fa è stato inaugurato il nuovo stabilimento in Serbia nella free zone del Comune di Smederevo, una città a circa 50 km a sud di Belgrado.

Ad oggi sono 85 le risorse impiegate nell’azienda di Martinsicuro per un fatturato che nel 2015 ha superato i 12 milioni di euro. Al momento sono 5 i dipendenti della Carbotech Industrije, ma visti i presupposti, i numeri sono destinati a crescere.

 LA CARBOTECH

 L’organizzazione della Carbotech è completamente incentrata nella produzione di spazzole in grafite, metalgrafite ed elettrografite per diverse applicazioni quali: motori di avviamento, alternatori, alzacristalli, H-VAC, elettroutensili e varie applicazioni domestiche.

La Carbotech ha alle spalle una storia di coraggio e passione, nasce infatti sulle ceneri di un’impresa italiana finita nelle mani di multinazionali che intendevano delocalizzare. L’azienda si stacca dal gruppo e si rinnova nel febbraio del 2009 con una ardita operazione di management byout da parte dell’Ing. Dattoli, all’epoca solo 36enne, con la nascita di una nuova realtà che, l’anno successivo, prende il nome appunto di Carbotech. In 6 anni l’azienda è cresciuta in termini di fatturato, risorse umane, ricerca e innovazione.

Ricerca, innovazione e sviluppo sono infatti le parole d’ordine dell’azienda di Martinsicuro che ha scelto di reinvestire gli utili, scommettendo appunto sulla ricerca interna ed esterna, per innovare processi e prodotti come condizione necessaria di crescita sostenibile. Questa strategia ha permesso alla Carbotech di annoverarsi nel 2015 fra le PMI innovative, iscrivendosi nell’apposito Registro speciale presso la CCIAA.

Altro settore in cui la Carbotech ha investito i propri utili è quello della sicurezza dei lavoratori e della tutela ambientale. Gli investimenti fatti, uniti ad una nuova organizzazione del lavoro e di gestione differenziata dei residui della lavorazione, hanno permesso all’azienda di ottenere la certificazione del proprio Sistema di Gestione Ambientale SGA, conforme alle norme UNI EN ISO 14001, da parte del Q.A. International Certification Ltd –UK. L’azienda è in possesso anche delle Certificazioni ISO/TS e ISO 9001.

L’utilizzo del personale nella ricerca, atteggiamenti culturali favorevoli all’innovazione, l’intenso legame dell’impresa con il suo territorio, il notevole spirito d’iniziativa e la flessibilità, sono le caratteristiche che rappresentano quello che è oggi la Carbotech.

 

Prossimo step per l’azienda di Martinsicuro, è rafforzare il mercato indiano, dove oltre agli accordi commerciali già esistenti, è in procinto di nascere una joint venture con un importante cliente locale per una penetrazione nel mercato automotive di quel Paese. 

Last modified on Thursday, 03 November 2016 14:01
More in this category: